Poiché la protezione dell'udito è fondamentale, da oltre 25 anni Cotral Lab produce tappi su misura per i professionisti esposti ai rumori.

Avete deciso di acquistare le protezioni Cotral Lab e dovete partecipare a una sessione di acquisizione delle impronte auricolari? Le immagini e i video riportati di seguono illustrano nel dettaglio le varie fasi della procedura, per assistervi al meglio durante il vostro percorso di prevenzione.

Acquisizione delle impronte da parte di Cotral Lab

Organizzazione e consulto con il tecnico della prevenzione

È necessario predisporre tutto il necessario per la visita del tecnico della prevenzione Cotral Lab insieme al referente aziendale (Responsabile HSE, infermiere/a, responsabile della sicurezza, ecc.).

Consigliamo di scegliere uno spazio abbastanza grande da accogliere più persone (sala riunioni) e di prenotare una sessione di 30-40 minuti per un gruppo di 5 persone e di 1 ora/1 ora e mezza per un gruppo di 10 persone.

Il tecnico vi contatterà per sapere se qualcuno dei dipendenti presenta tappi di cerume o problemi alle orecchie e vi inviterà a consigliare agli interessati di rivolgersi a un medico generico o all'otorinolaringoiatra per un consulto.

Il giorno della visita, la sala scelta per l'acquisizione delle impronte deve essere attrezzata con sedie e tavoli e possibilmente con un videoproiettore, che verrà utilizzato per mostrare i materiali informativi forniti dal tecnico della prevenzione.

Protocollo di acquisizione delle impronte auricolari di Cotral Lab

L'acquisizione delle impronte viene effettuata in 6 fasi:

#1 Sensibilizzazione dei dipendenti ai rischi associati al rumore

Negli ambienti di lavoro rumorosi, l'obiettivo principale di ogni azienda in termini di prevenzione è proteggere l'udito dei dipendenti e offrire loro un maggiore comfort.

È qui che entra in gioco Cotral Lab.

Ente di formazione dal 1996, Cotral Lab si affida al proprio know-how e all'esperienza dei propri tecnici della prevenzione, che ricoprono anche il ruolo di formatori, per sensibilizzare i dipendenti durante le sessioni di acquisizione delle impronte.

Cotral Lab ha sviluppato i propri strumenti di formazione e fornisce le seguenti informazioni durante le sessioni:

Il tecnico della prevenzione di Cotral Lab inizierà la sessione in azienda con un richiamo alle nozioni di base per sensibilizzarvi in merito ai rischi associati al rumore e per chiarire tutti i vostri dubbi.

Il rumore non è nocivo solo per l'udito e può comportare ripercussioni su tutto l'organismo

Naturalmente, nel corso del suo intervento spiegherà, tra le altre cose, come verrà effettuata l'acquisizione delle impronte.

Per illustrare la tecnica utilizzata, descriverà agli interessati la sensazione che avvertiranno a livello dell'orecchio (ad esempio, l'inserimento della schiuma potrebbe causare dei leggeri colpi di tosse).

Inoltre, chiederà ai futuri fruitori se hanno subito interventi chirurgici all'orecchio, se accusano dolori o se hanno qualche infezione.

#2 Selezione del tipo di protezione e di filtro acustico - Metodo SAPAN

Per determinare con precisione le esigenze specifiche di ciascun lavoratore, il tecnico della prevenzione segue il metodo SAPAN.

Tale metodo è stato sviluppato da Hearing ProTech, un reparto di esperti nel campo dell'acustica, e segue le raccomandazioni della normativa EN-458.

Esso consente di personalizzare l'attenuazione dei dispositivi in modo che vengano indossati per tutta la durata dell'esposizione al rumore, unica condizione in grado di garantire una protezione efficace.

Il sistema, di comprovata affidabilità, seleziona la protezione acustica più adatta all'ambiente e alle specificità del futuro fruitore, tenendo conto di diversi criteri:

  • Livello di esposizione al rumore
  • Vincoli e specificità del dipendente, in particolare le sue esigenze in termini di comunicazione e percezione dell'ambiente di lavoro
  • Valori reali di attenuazione dei DPI-u
  • Livelli di percezione consigliati

Il tecnico inserirà quindi le informazioni relative al dipendente tramite il software accessibile sul proprio smartphone e selezionerà la combinazione filtro/protezione più adatta alla situazione specifica.

Dopodiché effettuerà la scansione del codice QR riportato sulla bustina. Il codice QR consentirà in seguito di identificare le impronte auricolari del dipendente.

#3 Otoscopia e protezione del timpano

Il tecnico della prevenzione esegue sistematicamente un'otoscopia del condotto uditivo del dipendente per individuare eventuali controindicazioni all'acquisizione dell'impronta (tappo di cerume, otite, intervento chirurgico recente, ecc.).

In caso di perforazione totale o sub-totale del timpano, è necessario chiedere il parere di un medico.
Il tecnico posiziona lo speculum monouso sull'otoscopio per verificare che il condotto uditivo sia sano e che il timpano sia ben visibile.

Servendosi di un apposito strumento, l'Otopen, inserisce una schiuma all'interno del condotto uditivo. La schiuma presenta un filo che ne consente la rimozione.

Essa ha la funzione di proteggere il timpano, bloccare il flusso della pasta per impronte e ridurre i fenomeni di pressione e depressione sull'orecchio.

La posizione della schiuma deve essere verificata tramite l'otoscopio.

#4 Acquisizione delle impronte

Utilizzando un’apposita pistola, il tecnico inietta la pasta per impronte in entrambe le orecchie.

Il dipendente dovrà restare calmo ed evitare di parlare finché la pasta non si sarà asciugata.

tenendo la bocca chiusa e rilassata, in una posizione naturale.

#5 Rimozione della pasta

Quando l'impronta è asciutta (dopo 3-5 minuti), il tecnico della prevenzione la rimuove delicatamente.

Toglie il gancio e ruota l'impronta, che "viene estratta automaticamente" dal condotto uditivo.

Il tecnico della prevenzione verifica che l'impronta sia completa (schiuma e impronta), che corrisponda alla morfologia dell'orecchio e che non presenti anomalie quali bolle d'aria o pieghe.

Se l'impronta non è conforme, il tecnico della prevenzione esegue nuovamente l'intera procedura dall'inizio.

#6 Invio delle impronte alla sede di Cotral Lab

Dopo aver controllato le impronte, il tecnico della prevenzione le inserisce in un sacchetto separato per ciascun dipendente e le invia a Laboratoire Cotral, che produrrà le protezioni uditive.

Ritardo nella consegna delle protezioni uditive su misura di Cotral Lab

Le protezione uditive su misura di Cotral Lab sono disponibili 4 settimane dopo l'acquisizione delle impronte.

A seconda del tipo di contratto sottoscritto, la confezione contiene tappi, cordino, custodia e in alcun casi un kit per la pulizia delle protezioni uditive.

Impronta dell'orecchio

 

Vota questo articolo

5 1 1 1 1 1 Punteggio medio 5.00 (1 Il voto)